Come i delfini nelle giornate di sole

L'energia della vita


Musica: John Surman - Another Sky 


Dalla finestra guardo il mare. Mai avrei pensato di vederlo e non poterlo toccare. Mi manca la nostra barca, mi mancano le veleggiate in Golfo, con il maestrale teso. Quando c’erano le onde alte le bambine si sedevano a prua. Accovacciate vicine si tenevano strette allo strallo e aspettavano che la barca infilasse la prua sotto le onde, come fanno i delfini nelle giornate di sole.


Con l’energia della vita si tuffavano insieme alla barca in profondità, per poi riemergere a prendere fiato.

Sott’acqua lasciavano la presa sicura delle sartie e si abbracciavano l’una all’altra. Si abbracciavano così forte che diventavano una soltanto e insieme sentivano l’acqua spingere forte ogni parte dei loro corpi. Quando la barca riemergeva, magicamente si lasciavano per attaccarsi di nuovo alle sartie, ridendo per tutti quegli spruzzi sulla faccia e per i salti sulle onde. Si guardavano con affetto. Io rimanevo sempre sorpresa da quegli abbracci, regalo di momenti speciali. Per loro era un gioco, non parlavano mai, una volta in superficie sorridevano e aspettavano un altro tuffo per un abbraccio infondo al mare. Come i delfini nelle giornate di sole.


Marina, Trieste


#iorestoacasa #coronavirus #covid19 #iltemposospeso #forzatedistanze #pensierieparole #abbracci #delfini #mare #vita #johnsurman


Iscriviti al blog, invia il tuo commento e 

se vuoi invia il tuoi testi da pubblicare 

© 2020 Powerwd By Il Tempo Sospeso