Presagi di un anno fa

La fine dell'esilio



Scrissi questa riflessione esattamente un anno fa.

Rileggendola casualmente, mi è parsa più che mai adeguata, quasi una sorta di presagio.


Avere le radici nel cuore è la fine dell’esilio, è uscire dalla solitudine. Finché non ci risvegliamo e scopriamo la forza della "Sorgente Unica” da cui tutti proveniamo e a cui siamo connessi, ci sentiamo soli e isolati...


“...come se stessimo camminando a caso, senza meta, guardando per terra.

Occorre celebrare il passaggio dal sentirci soli e isolati al momento in cui, portando le radici nel nostro cuore, ci connettiamo al flusso della vita che ci attraversa.

Dall’essere bisognosi di benedizioni, ci accorgiamo che siamo già, da sempre, benedetti. Che poi... a questo serve tutto il lavoro che facciamo, non ad altro.

Riscoprire la benedizione che siamo.


Lorenzo Campese, Altroove - Scuola per lo Sviluppo delle Qualità Umane Essenziali



#iorestoacasa #coronavirus #covid19 #iltemposospeso #forzatedistanze #corpoemente #benedizione #vita #flusso #natura


Iscriviti al blog, invia il tuo commento e 

se vuoi invia il tuoi testi da pubblicare 

© 2020 Powerwd By Il Tempo Sospeso