Rotte possibili

Tra metallo e memoria



Eccomi. In questa stanza. Rifugio, riparo, prigione, istante scandito dal tempo, intrappolato nel tempo. Unico eppure identico a domani. Il lapis appuntito preme su un foglio mai bianco. Mi chiedo, come facciate voi, tutti voi, a disporre di fogli bianchi, quasi li aveste raccolti nel giardino dell’Eden. Qui da me c’è soltanto carta macchiata: nei cassetti, sugli scaffali, sul tavolo. Risme di fogli chiazzati di memoria. O è la mia mano, al solo tocco, o il mio sguardo - seppur frugale per difesa - al solo posarsi, ad ingiallire le fibre.  Non so. Dopo una vita, non me lo domando più. Per me siete più strani voi, con plichi immacolati, come se fosse possibile ogni giorno, con il respiro del risveglio, attingere al nulla. Che pena è, ma che pena sarebbe e che solitudine. Immanente e multiforme, lei è per me ornamento e vizio, contaminazione e linfa, semplice respiro.

"La respiro con adorazione e la rifuggo infastidito soltanto per tornare da lei ancora. Tenera compagna dell’ingegno, la sola capace di accudirlo."

Come un’amante si distende e si abbandona, si mescola alle nervature della carta fino a diventarne parte, potente e indivisibile. Sono crudele talvolta. Segno il suo corpo con tracce taglienti, la ferisco, la modello. Divento forma pura, inattaccabile mentre dentro, impacciato, mi emoziono. La amo e la uccido ogni giorno, la sovrasto. Meticoloso traccio direzioni metalliche, rotte possibili, resisto alla sua ammaliante indulgenza e mescolo, in quel fare, la mia costante ricerca al suo quotidiano essere, inespugnabile.  


Nel silenzio un rumore, uno sbattere di imposte. Sul tavolo il foglio, la lama di un temperino, una riga d’acciaio lucente, una matita ruzzolata di sbieco, qualche truciolo di legno, tracce di grafite e il suo respiro libero, nel sonno. Mi volto verso la finestra: si è fatto buio.

Un altro nostro giorno è terminato.


Opera: Pier Giuseppe Imberti, artista | Disegno, matita su carta.

Testo: Serena, Milano

#iorestoacasa #coronavirus #covid19 #iltemposospeso #forzatedistanze #pensierieparole #memoria #arteecultura


Iscriviti al blog, invia il tuo commento e 

se vuoi invia il tuoi testi da pubblicare 

© 2020 Powerwd By Il Tempo Sospeso