La storia di un IO - Capitolo 1

A mio figlio - Sapremo tornare alla libertà?


"La storia di un IO" è il progetto di un papà photo-reporter scritto in questo tempo fermo di coronavirus e dedicato al figlio. Un romanzo social in cui Marco, l'autore, narra le proprie avventure per il mondo, all'inseguimento dello scatto perfetto, di un viso sconosciuto, di un angolo di meraviglia da documentare. In queste parole, il racconto del mondo "di prima" e l'immagine di quello odierno si mescolano e danno vita ad una narrazione volutamente "in colonna" pensata per facilitare la lettura di chi soffre di dislessia.


Oggi il mondo

è surreale!!!

Tutto è ovattato,

il silenzio è assordante!!!


Tutto invita a fermarsi

ad ascoltare

non si vede più

una macchina circolare

una persona passeggiare


In questa strana realtà

sento che gli uccellini

hanno ripreso a cantare

non li avevo più visti

si eran tutti nascosti

ed ora invece

sono tanti

volano contenti


Ci sono più stormi!


Ognuno porta la sua gioia

il suo verso

la sua armonia

"Volano insieme. Si lasciano sollevar dalle correnti su di un cielo di nuovo azzurro e terso"

Approfittano di questa grande occasione! Perché nel giorno del solstizio della primavera 2020 il mondo del SuperMerkatoGlobale si sta, con malavoglia lentamente, forzatamente ma inesorabilmente... fermando!!! La natura non ha mai smesso di esistere non si è mai fermata Con il venir della sera il pensiero della natura che respira ancora un po’ mi solleva anche se so bene che il nemico uccide!!! Il nemico è invisibile si sposta in ogni dove si insinua in un incontro in un abbraccio in un colpo di tosse in una stretta di mano Il nemico ci travolge ci attanaglia ci spaventa ci reclude Il nemico è simile all’uomo che incontro per strada. È uguale al mio vicino a quello che più di tutti assomiglia a me anche se potrebbe avere il virus potrebbe contagiarmi! Ridurmi come quelli a cui il Corona virus ha tolto il respiro per sempre! Per non essere contagiato sto a casa e dondolando sull’amaca appesa sul mio balcone mi godo il canto degli uccellini che come me celebrano questa strana primavera Il tempo in cui si proclama la pandemia la prima guerra globale prende il via ed in virtù di questa ci si scorda delle regole del diritto e della democrazia Il sistema economico Neo-liberista esercita le sue volontà detta le sue regole applica il controllo totale e globale senza stare a parafrasare. Nel nome della crisi e dell’emergenza si impone con fermezza la fine delle libertà fondamentali. È arrivato l’esercito a controllar le strade qui dove tutti siamo chiusi nelle nostre case. I nostri cellulari vengono geo localizzati siamo tutti tracciati ed i post non conformi al pensiero dominante saranno censurati

Questi controlli spropositati

vengono metabolizzati

senza che il parlamento

sia interpellato

senza che la gente comune

obbietti qualcosa.


Non vi è modo di moderare le restrizioni di garantire la democrazia ora si decide e basta! La situazione è questa! Ma quando questa emergenza sarà finita!? Saremo ancora capaci di tornare a vivere le libertà che le generazioni che ci hanno preceduto ci hanno consegnato?


Marco Sasia, photo-reporter, Ideatore e Direttore dello Spazio BioDiversity @SpazioBioDiversity | Fotografie - Marco Sasia | Scarica il pdf del racconto:

La Storia di un IO.(episodio1)pdf

Leggi il 2° EPISODIO

Leggi il 3° EPISODIO


#iorestoacasa #coronavirus #covid19 #iltemposospeso #forzatedistanze #pensierieparole #emergenza #amiofiglio #storiadiun_IO #figli #padri #racconti

Iscriviti al blog, invia il tuo commento e 

se vuoi invia il tuoi testi da pubblicare 

© 2020 Powerwd By Il Tempo Sospeso